Cos'è Come partecipare Social Radio Palinsesto condiviso Cabina di regia Partner Chi siamo Contatti

Crolla una parte del tetto: sfiorata la tragedia all'Istituto Tecnico Montani di Fano

Roberto Bertoni, 16/05/2018

Ci è mancato davvero poco, qualche minuto più tardi e adesso staremmo a parlare dell'ennesima tragedia all'interno di un istituto scolastico. È accaduto lunedì mattina all'Istituto Tecnico Montani di Fano, dove alle 7.20, poco prima che gli studenti entrassero per svolgere le lezioni, è crollata una parte del tetto dell'ala dell'edificio destinata al triennio.

La preside, dottoressa Margherita Bonanno, sostiene che per fortuna l'aula colpita dal crollo è utilizzata solo raramente, che molti ragazzi sono impegnati nei progetti di alternanza scuola-lavoro e che i circa cento studenti di tre o quattro classi sono stati spostati nelle altre sedi dell'Istituto, situate in edifici vicini.

Ha sostenuto ancora la preside: "Non c'è stata nessuna avvisaglia e i controlli post sisma ci sono sempre stati. I miei ragazzi hanno dimostrato una maturità grande, c'è serietà e compostezza".

La Rete degli studenti medi Marche e il locale Comitato Noisette "contestano e denunciano aspramente questo fatto grave, che si inserisce tra gli innumerevoli casi di mancata gestione e messa a norma degli edifici scolastici nella regione e nel Paese". Ciò che è accaduto, afferma Sami Ghanmi, coordinatore regionale della Rete, "è estremamente grave, inaccettabile e pericoloso. Abbiamo più volte segnalato negli anni a istituzioni e autorità competenti, i problemi di edilizia scolastica sofferti da province e regione perché non passassero in sordina: eppure sembra che si continui ad agire solo in base alle emergenze del momento, senza piani strutturati". Scrivono gli studenti: "Raccogliamo da anni problematiche riguardanti le strutture in cui si svolgono le lezioni: l'edilizia scolastica delle Marche non gode di buona salute, specialmente dopo gli eventi sismici che negli ultimi anni hanno riguardato alcuni territori provinciali". E aggiungono: "Eventi come quello di oggi tornano a dimostrare che le problematiche continuano a essere messe in secondo piano, sottovalutate a tal punto da rischiare in questo caso la tragedia, che avrebbe potuto riguardare gli studenti di quella classe o dell'Istituto in generale. Rappresenta una grave mancanza di responsabilità di istituzioni e autorità competenti, a cui di certo non si può rimediare avviando dei sopralluoghi solo oggi".

Pochi minuti dopo sarebbe stata una strage. 

 

 

Ascolta PODCAST
Scarica l'app gratuita di Radio Jeans

Il palinsesto di Radio Jeans Liguria
07:00
09:00
Colazione in Jeans
pop, hit internazionali
09:00
12:00
Made in Italy
musica italiana d'autore
12:00
14:00
Lunch in Jeans
pop, hit internazionali
14:00
18:00
Il pomeriggio rock di Radio Jeans
programmazione rock
18:00
20:00
Bella raga - L'aperitivo in Jeans
hip hop, reggae
20:00
21:30
Le Venti in Jeans
R&B, soul
21:30
00:00
Stump stump in Jeans
house, tecno, dance
00:00
07:00
Blu notte
blues, jazz, chill out, classica